Prestiti per il fotovoltaico.

Stampa
PDF

Contestualmente all’enorme crescita del trend green in tutta Europa e anche nel nostro Paese, la sensibilità degli italiani sul tema li spinge sempre di più a trovare un prestito vantaggioso, utile a smettere di sfruttare il pianeta per produrre energia e cominciare a pensare di autoprodurla.

Tanto più che per l’installazione di pannelli fotovoltaici il finanziamento richiesto può contenere i costi iniziali e addirittura coprirli per la loro totalità in alcuni casi. Inoltre se si chiede un finanziamento o un leasing si potrà beneficiare di un prestito che comprende l’Iva, e ancora, si potranno avere incentivi sul Conto Energia e grazie agli Ecobonus 2014 si potranno avere detrazioni fiscali. Senza contare poi che i prestiti per il fotovoltaico possono anche andare a finanziare l’installazione di impianti sostenibili di ogni tipo, come quelli con biomasse, eolici e geotermici. Quali garanzie ci chiederà allora la banca per finanziare il nostro progetto ecosostenibile? Innanzitutto sarà necessario avere una busta paga (in alcuni casi è un requisito sufficiente), dato che il Conto Energia non viene annoverato tra le garanzie reale per accedere al prestito. Questa richiesta potrà prevedere, all’inizio del prestito, l’erogazione alla finanziaria del 10 o del 20% dell’importo totale oppure la richiesta di garanzie per due anni consecutivi circa. Se il finanziamento sarà in leasing, non ci dovremo preoccupare molto, dal momento che finché non avremo rimborsato il credito, la banca resterà proprietaria dei nostri impianti. E le specifiche tecniche per accedere ai finanziamenti? Ovviamente, sul terreno su cui andremo a installare l’impianto non dovrà gravare alcuna ipoteca o mutuo, poi dovranno essere consegnate alla banca schede tecniche dell’impianto (che non potrà essere finanziato se inferiore ai 15-20 Kw) e il preventivo dei costi di realizzazione, in modo da calcolare l’entità del prestito e tutte le contestuali condizioni.

Continua a leggere su Green Planner Magazine: Prestiti per ristrutturazione casa, come sceglierli per il fotovoltaico http://magazine.greenplanner.it/2014/03/10/prestiti-per-ristrutturazione-casa-come-sceglierli-per-il-fotovoltaico/

Conto Termico, dal 31 marzo 2014 gli incentivi

Stampa
PDF

E’ stato pubblicato il bando per l’accesso agli incentivi previsti dal Conto Energia Termico, per l’anno 2014, riservati a chi sostituisce gli impianti di riscaldamento da 500 a 1000 kW con pompe di calore o biomassa.

Le richieste di accesso agli incentivi devono essere inoltrati, esclusivamente attraverso le procedure telematiche del Portale termico G.S.E., dalle ore 9.00 del 31 marzo 2014 fino alle ore 21.00 del 29 maggio 2014.

Di seguito gli interventi ammissibili:

sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, ad energia aerotermica, geotermica o idrotermica;

sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa.

http://www.campaniaeuropa.it/archives/4190?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+CampaniaEuropa+%28Novit%C3%A0+sui+Finanziamenti+Europei+in+Campania%21%29

VALORIZZA IL TUO RISPARMIO. FARENERGIA HA L'IDEA GIUSTA PER TE.

Stampa
PDF

Nell'ambito delle interessanti opportunità legate al business della green economy, la società FARENERGIA s.r.l. ha elaborato un format di progetto di finanza sociale che permette agli investitori sostenitori di contribuire alla costituzione di una nuova società Social Project srl che si occuperà di realizzare impianti di produzione di energia pulita, soprattutto da fonte eolica.Con la partecipazione nell’impresa l’investitore diventa socio della Srl per la quota di capitale versata e titolare del complesso di diritti patrimoniali ed amministrativi dalle attività poste in essere.

La Social Project installerà N.6 Impianti Minieolici della potenza di 60 kw in località certificate da studi anemometrici. La redditività del progetto proviene dalla produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (eolica) incentivata dalla Stato. I proventi della società saranno ripartiti tra i soci ogni cinque anni come distribuzione degli utili nell’arco dei venti anni come la durata dell’incentivazione nazionale. Le simulazioni fatte abbinando i dati delle turbine già esistenti, i dati anemometrici in possesso e la garanzia sull'efficienza produttiva, permettono l'ottima riuscita del progetto, riuscendo a dimostrare con business plan quantomeno la triplicazione del capitale investito.

L’esperienza maturata nell’ambito delle procedure autorizzative nel settore delle energie rinnovabili, associata all’efficienza tecnica e produttiva degli aerogeneratori da installare e alla localizzazione degli impianti in aree dalla elevatissima vocazione eolica, nonché alla conoscenza del territorio e delle sue dinamiche socio/economiche, consentono a FARENERGIA SRL di prospettare un investimento dagli elevati ritorni economici. In caso di interesse ad approfondire le tematiche amministrative, tecniche ed economico/finanziarie relative alla possibilità di installare impianti mini eolici, Farenergia offre la propria disponibilità ad incontri di approfondimento con il proprio amministratore e con i propri tecnici e consulenti.